Magazine

Nomina Direttore UOC: la giurisdizione spetta al giudice ordinario

Nomina Direttore UOC: la giurisdizione spetta al giudice ordinario

Pubblico impiego 03 Marzo 2021 StudioLegale
La nomina del Direttore di Struttura Complessa, anche a seguito della disciplina di cui al D.L. n. 158/2012 (c.d. Decreto Balduzzi), è atto di natura privatistica a carattere fiduciario. Il carattere prevalente di tale elemento, ancorché espresso all’esito di una procedura selettiva, fonda la devoluzione della relativa controversia alla giurisdizione del giudice ordinario, quale giudice del lavoro, dovendosi evitare una
MOBILITA’ SCUOLA: Diritto al trasferimento interprovinciale del docente referente unico del parente disabile – illegittimo accantonamento del 50% dei posti per le immissioni in ruolo

MOBILITA’ SCUOLA: Diritto al trasferimento interprovinciale del docente referente unico del parente disabile – illegittimo accantonamento del 50% dei posti per le immissioni in ruolo

Pubblico impiego 01 Marzo 2021 StudioLegale
Il Tribunale di Palermo, sezione lavoro, con sentenza n. 731/2021 del 23/02/2021, è nuovamente intervenuto in materia di mobilità “interprovinciale” del personale scolastico, statuendo il diritto di precedenza ex L. 104/1992 del docente che assiste il genitore o l’avo disabile in situazione di gravità, precedenza illegittimamente esclusa dall’art. 13 del CCNI sulla mobilità, che si pone, pertanto, in violazione dell’art.
Decreto “rilancio”: schede di sintesi (parte IV)

Decreto “rilancio”: schede di sintesi (parte IV)

Diritto del lavoro e dell'impresa 24 Giugno 2020 StudioLegale
Anche nella c.d. “fase due” prosegue l’attività dello Studio BCM di illustrare la normativa emergenziale più rilevante in tema di rapporti di lavoro, da ultimo contenuta nel Decreto legge 19 maggio 2020, n. 34 (c.d. decreto rilancio). *** Dopo aver parlato di ammortizzatori sociali, indennità e congedi, concludiamo con gli ulteriori istituti rilevanti in materia di rapporti di lavoro. Il nuovo decreto ha parzialmente innovato le misure già previste nel c.d.
Decreto “rilancio”: schede di sintesi (parte III)

Decreto “rilancio”: schede di sintesi (parte III)

Diritto del lavoro e dell'impresa 15 Giugno 2020 StudioLegale
Anche nella c.d. “fase due” prosegue l’attività dello Studio BCM di illustrare la normativa emergenziale più rilevante in tema di rapporti di lavoro, da ultimo contenuta nel Decreto legge 19 maggio 2020, n. 34 (c.d. decreto rilancio). *** Dopo aver parlato di ammortizzatori sociali e di indennità, ci soffermiamo sui congedi e permessi previsti per i lavoratori. Il decreto, in sostanza, modifica il precedente quadro normativo estendendo le misure già previste nel c.d.
Decreto “rilancio”: schede di sintesi (parte II)

Decreto “rilancio”: schede di sintesi (parte II)

Diritto del lavoro e dell'impresa 05 Giugno 2020 StudioLegale
Anche nella c.d. “fase due” prosegue l’attività dello Studio BCM di illustrare la normativa emergenziale più rilevante in tema di rapporti di lavoro, da ultimo contenuta nel Decreto legge 19 maggio 2020, n. 34 (c.d. decreto rilancio). *** Dopo aver parlato di ammortizzatori sociali, ci occupiamo oggi di misure economiche a sostegno dei lavoratori. L’art. 84 individua delle “nuove” indennità per i lavoratori danneggiati dall’emergenza epidemiologica, estendendo le precedenti misure previste per il
Decreto “rilancio”: schede di sintesi (parte I)

Decreto “rilancio”: schede di sintesi (parte I)

Diritto del lavoro e dell'impresa 29 Maggio 2020 StudioLegale
Anche nella c.d. "fase due" prosegue l'attività dello Studio BCM di illustrare la normativa emergenziale più rilevante in tema di rapporti di lavoro, da ultimo contenuta nel Decreto legge 19 maggio 2020, n. 34 (c.d. decreto rilancio). *** Come di consueto, cominciamo con il tema degli ammortizzatori sociali. Il nuovo decreto ha apportato delle rilevanti modifiche alla precedente disciplina. Ed infatti, l'art. 68 ha
Brevi considerazioni sul lavoro agile nella c.d. “fase due”

Brevi considerazioni sul lavoro agile nella c.d. “fase due”

Diritto del lavoro e dell'impresa 08 Maggio 2020 StudioLegale
Nell’ambito della c.d. normativa emergenziale, il lavoro agile, pur non essendo espressamente previsto come misura obbligatoria, sembra costituire la modalità di svolgimento della prestazione lavorativa verso cui si orienta il “favor” del legislatore e delle parti sociali firmatarie dei Protocolli condivisi. In dettaglio, il Protocollo sindacale del 24/4/2020 recepito (e, secondo parte della dottrina, “legificato”) dal DPCM del 26/4/2020, prevede espressamente sub art. 8 quanto
Verso la ripresa: nuovo protocollo di sicurezza negli ambienti di lavoro.

Verso la ripresa: nuovo protocollo di sicurezza negli ambienti di lavoro.

Diritto del lavoro e dell'impresa 27 Aprile 2020 StudioLegale
Con il d.PCM 26 aprile 2020, il Governo ha introdotto alcune novità in materia di spostamenti ed esercizio delle attività, allentando parzialmente le precedenti restrizioni. Si segnala che, per quelle imprese le cui attività non saranno più sospese a partire dal 4 maggio 2020, si prevede la possibilità di svolgere, sin dal 27.04.2020, tutte le attività propedeutiche alla riapertura. Tra queste, sicuramente
Verso la riapertura delle imprese: la sicurezza al tempo del COVID-19.

Verso la riapertura delle imprese: la sicurezza al tempo del COVID-19.

Diritto del lavoro e dell'impresa 14 Aprile 2020 StudioLegale
Il Governo sta cominciando a programmare una graduale riapertura delle attività industriali. E' l'effetto del d.P.C.M. emanato lo scorso 10 aprile 2020. Alle aziende non sottoposte alla sospensione dell'attività, il comma 10 dell'art. 2 del decreto impone il rispetto dei contenuti protocollo sottoscritto il 14 marzo 2020 fra il Governo e le parti sociali, recante le misure per il contrasto
Decreto Legge “liquidità”: norme per i lavoratori

Decreto Legge “liquidità”: norme per i lavoratori

Diritto del lavoro e dell'impresa 09 Aprile 2020 StudioLegale
L’epidemia COVID-19 ha spinto il Governo ad emanare il Decreto legge 8 aprile 2020, n. 23 (c.d. decreto liquidità), che ha innovato anche sotto il profilo delle precedenti disposizioni in materia di relazioni industriali e rapporti di lavoro. In particolare, l'articolo 41 ha esteso l'accesso alla Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria (CIGO) COVID-19 e alla Cassa Integrazioni Guadagni in deroga (CIGD), anche